Come operare con Supporti e Resistenze

Ciao traders! In questo articolo voglio mostrarvi qualche spunto per operare con i supporti e resistenze (statici e dinamici) ma prima vediamo cosa sono.

Ci possono essere due tipi di supporti e resistenze, ovvero statici e dinamici ma prima andiamo a vedere cosa sono i supporti e resistenze statici:

  1. Cos’è un supporto: Quando devo spiegare cos’è un supporto dico sempre di immaginarlo come se fosse il pavimento di casa tua. Supponiamo di lanciare una pallina sul pavimento, quale sarà la sua reazione una volta arrivata a contatto con il pavimento? Rimbalzerà, quindi anche nel trading i prezzi arrivati su un supporto potrebbero rimbalzare al rialzo. Il supporto in un grafico di trading si trova in basso. Di solito i supporti su un grafico sono rappresentati dal colore verde.
  2. Cos’è una resistenza: Una resistenza, invece, è il contrario del supporto ovvero, immagina una resistenza come il soffitto di casa tua. Anche qui se si lancia una pallina sul soffitto, la sua reazione sarà quella di rimbalzare. Quindi anche nel trading i prezzi arrivati su una resistenza potrebbero rimbalzare al ribasso. La resistenza in un grafico di trading si trova in alto. Di solito le resistenze su un grafico sono rappresentate dal colore rosso.

Esempio di supporto e resistenza statici:

Poi abbiamo i supporti e resistenze dinamici ovvero seguono il trend in corso quindi sono caratterizzati dalle trend line.

La trend line rialzista si disegna sui minimi del grafico, invece, la trend line ribassista si disegna sui massimi del grafico.

Trendline di supporti e resistenze

Rottura di supporti e resistenze

Cosa succede quando vengono rotti i sopporti o le resistenze? Di solito si può vedere un’accelerazione del prezzo ed il supporto / resistenza potrebbero invertirsi, ovvero: se un sopporto viene rotto potrebbe funzionare poi da resistenze e se una resistenza viene rotta potrebbe funziona poi da supporto.

Rottura di supporti e resistenze

Metodi da applicare per una strategia

Primo metodo: Operare su zone statiche

Questo metodo prevede di operare quando il prezzo crea un range di prezzo (simile ad un canale).

Si può operare quando il prezzo rompe al rialzo o al ribasso, entrando subito a mercato, oppure aspettare un pull back sulla zona che è stata rotta.

Canale ribassista (supporti e resistenze)
Canale rialzista (supporti e resistenze)

Esempio di una range di prezzo (canale) che è stato rotto al ribasso:

Secondo metodo: Operare su zone dinamiche

Con il secondo metodo si può operare quando una trendline viene rotta, al rialzo oppure al ribasso. Ma possiamo anche operare seguendo “i rimbalzi” (senza rompere) sulla trendline.

Esempio di rottura al ribasso di una trendline con operazione:

Invece, in questo esempio possiamo vedere come utilizzare il metodo dei “rimbalzi” sulla trendline per operare:


Conclusioni

Logicamente prima di iniziare ad operare consiglio di fare backtesting sul grafico per capire come possiamo realmente implementare questi metodi alla nostra strategia.

Se siete interessati a scoprire altri metodi, vi invito a consultare il mio corso di trading sull’analisi tecnica: https://www.federicoamendolagine.it/corso-analisi-tecnica/

A presto! 😊



Disclaimer

I contenuti di questo sito servono solo per informare e si basano su esperienze vissute in prima persona. Chiunque ne faccia uso diverso da quello informativo se ne assume la piena responsabilità. Tutti i riferimenti a singoli strumenti finanziari non devono essere intesi come attività di consulenza in materia di investimenti, né come invito all’acquisto dei prodotti o servizi menzionati. I contenuti su come fare determinate operazioni, sono semplicemente a scopo informativo, perché l’autore del sito vuole raccontare la propria esperienza. Investire comporta il rischio di perdere il proprio capitale.
Investi solo se sei consapevole dei rischi che stai correndo.
Se proprio devi investire, investi delle cifre che puoi permetterti di perdere.