Come i fondamentali influenzano i prezzi nel Forex



L’analisi fondamentale, diciamo che può essere diversa a seconda del mercato sul quale andiamo ad operare.

Infatti, l’analisi fondamentale del mercato azionario consiste nell’analizzare l’andamento di un’azienda per anticiparne il potenziale di crescita futura.

Nel Forex, invece, molte di queste statistiche non esistono; i traders hanno a che fare con intere economie l’una contro l’altra.

A causa della natura del Forex, molti trader preferiscono l’analisi tecnica o una combinazione di questo approccio con l’analisi fondamentale per fare trading.


Perché i valori monetari sono così importanti?

I prezzi delle valute sono importanti principalmente per il commercio internazionale. Perché ad esempio, un paese esportatore se ha una valuta troppo forte potrebbe risentirne negativamente per il proprio commercio.

Il concetto di analisi fondamentale del Forex può essere riassunto in una semplice voce: i tassi di interesse. Se i tassi di interesse aumentano, gli investitori sono più propensi a investire il loro capitale e se i tassi di interesse scendono, l’incentivo diminuisce.

Questa relazione è il cuore e l’anima della macroeconomia e consente alle banche centrali di disporre degli strumenti necessari per gestire le rispettive economie. La decisione di aumentare o diminuire i tassi può avere un impatto anche su altre economie.


In che modo i cicli dei tassi di interesse influenzano le economie?

Il primo impatto è legato all’incentivo a investire. Se una banca centrale vuole rallentare la propria economia, alza i tassi. Se vuole incoraggiare la crescita della sua economia, abbassa i tassi di interesse. Tassi più alti o più bassi hanno un duplice impatto sull’economia. Il secondo impatto riguarda le spese di investimento.

Se i tassi scendono, l’attrattiva di ottenere un prestito a lungo termine al nuovo tasso più basso è molto maggiore di prima perché l’economia ne beneficia.

Ad esempio con i tassi di interesse più bassi si arriva ad un aumento dell’occupazione e dell’inflazione (spesso indicato dal CPI o “indice dei prezzi al consumo”).

Se i tassi di interesse rimangono bassi e non controllati, ciò potrebbe portare all’iperinflazione.

Quindi di conseguenza, le banche centrali vogliono un tasso di inflazione moderato. Perché questo aiuta a mantenere la crescita di un’economia.


Quali fattori analizzano le banche centrali?

Vediamo ora quali dati influenzano di più i mercati e perché interessano ai Forex traders e le banche centrali.

Le banche centrali ed i Forex traders esaminano i dati macroeconomici pubblicati per ottenere informazioni importanti, ma i loro obiettivi sono leggermente diversi.

I Forex traders sono spesso interessati alla reazione del mercato e al comportamento dei prezzi in seguito a un indicatore economico o alla pubblicazione di notizie economiche per poter fare speculazione. Invece Le banche centrali hanno una visione molto più ampia di questi dati che vengono rilasciati.

Le banche centrali analizzano i principali parametri di riferimento di un’economia al fine di prendere la decisione giusta sulla loro politica monetaria. L’inflazione e l’occupazione sono i pilastri di queste statistiche perché sono due dei principali punti di pressione in un’economia.

I dati principali

Per i dati della disoccupazione possiamo avere:

  • L’aumento della disoccupazione (occupazione in calo) e il calo dell’inflazione sono minacce per un’economia che spesso portano le banche centrali a prendere seriamente in considerazione l’abbassamento dei tassi di interesse.
  • Il calo della disoccupazione (aumento dell’occupazione) e l’aumento dell’inflazione sono segni di un’economia in crescita, ed è a questo punto che le banche centrali stanno valutando la possibilità di aumentare i tassi di interesse.

Lo stesso vale per l’inflazione: quando vengono rilasciati i dati sull’inflazione (CPI) di un’economia, le banche centrali si stanno concentrando su un’analisi attenta di questi dati per decidere se vogliono o meno fare qualcosa al loro prossimo incontro.

Altri dati importati che possono influenzare i mercati:

Le statistiche sui consumatori sono estremamente importanti nelle principali economie come gli Stati Uniti o l’Europa, dove l’attività dei consumatori è di grande importanza per l’economia globale. Perché l’attività dei consumatori in queste economie è spesso vista come un precursore dell’inflazione, dell’occupazione e della crescita.

Il PIL o prodotto interno lordo è l’espressione diretta della crescita (o contrazione) all’interno di un’economia, che può anche essere un enorme precursore dei movimenti dei prezzi nei mercati, soprattutto se il tasso di crescita annunciato è lontano da quello previsto. Ma, di per sé, l’aumento o la diminuzione del PIL non si traducono in più posti di lavoro o maggiore inflazione, quindi è spesso considerato più un indicatore fondamentale “in ritardo”.

I dati sulla produzione possono essere particolarmente importanti nelle economie in crescita che si trovano in una fase altamente industrializzata del processo di sviluppo.

Il PMI è un’indagine sui produttori di un’economia per misurare il loro sentimento riguardo agli ordini futuri. L’idea alla base di questa statistica è che se i produttori credono che ci sia crescita nell’economia, allora questa crescita continuerà e alla fine raggiungerà i consumatori; dopotutto, se qualcuno vuole acquistare un bene particolare, deve prima essere fabbricato – ed i produttori guadagnano di più se sentono che la domanda dei loro prodotti aumenterà in un ambiente economico positivo.




Disclaimer

I contenuti di questo sito servono solo per informare e si basano su esperienze vissute in prima persona. Chiunque ne faccia uso diverso da quello informativo se ne assume la piena responsabilità. Tutti i riferimenti a singoli strumenti finanziari non devono essere intesi come attività di consulenza in materia di investimenti, né come invito all’acquisto dei prodotti o servizi menzionati. I contenuti su come fare determinate operazioni, sono semplicemente a scopo informativo, perché l’autore del sito vuole raccontare la propria esperienza. Investire comporta il rischio di perdere il proprio capitale.
Investi solo se sei consapevole dei rischi che stai correndo.
Se proprio devi investire, investi delle cifre che puoi permetterti di perdere.